Montecarlo di Lucca è un piccolo gioiello fra la Lucchesia e la Valdinievole. Si erge su un colle che domina tutto il territorio circostante regalando un paesaggio davvero unico.
Il colle è coltivato a viti e ulivi, e vi si produce un olio di notevole qualità e un pregiato vino DOC; inizialmente era considerato tale solo il Montecarlo bianco, ora anche il Rosso di Montecarlo.

Il centro storico ben conservato, è ancora circondato da una splendida cinta muraria. Delle Porte trecentesche che si aprivano lungo le mura rimangono la Porta fiorentina verso Firenze, la Porticciola verso Lucca e la Porta Nuova a sud, riaperta a fine Cinquecento. Domina il paese la Rocca trecentesca con mura ben conservate e un bastione del XVI secolo.

2015-07-13_09.39.27

Altre costruzioni degne di nota sono il Teatro dell’Accademia dei Rassicurati, la Collegiata di S. Andrea, che conserva facciata e portale trecentesco e custodisce alcune opere d’arte interessanti.

Imponente è l’edificio dell’Istituto Pellegrini Carmignani, ex monastero delle suore Clarisse. Vi troviamo, in aggiunta, anche il vecchio monastero di S. Anna.

Ai piedi della collina di Montecarlo, sulla strada che porta a Pescia, si trova la Pieve di San Piero in Campo, chiesa romanica del XII secolo